13 gennaio 2013

Lo sciopero del vasino

Simona non porta i pannolini da quando aveva 2 mesi ed usa il vasino da quando ne aveva 4 (ne abbiamo preso uno anatomico, con lo schienale alto): a parte qualche "incidente" di percorso, abbastanza prevedibile, praticare l'EC ci ha sempre dato molte soddisfazioni e quasi mai problemi ... Dai primi gattonamenti, ci sono stati dei "cali di attenzione" e di conseguenza qualche incidente in più, ma niente di preoccupante ... finché la piccola non ha imparato a camminare, pochi giorni fa: da allora è iniziato lo sciopero del vasino. 
 
Probabilmente, adesso si sente grande e vuole affermare la sua indipendenza ... rifiutandosi di "essere portata" sul vasino (o sul lavandino o sul water o sospesa su un secchio ... ovunque ci sia bisogno di un intervento esterno) e decidendo quando, dove e come fare la pipì (per fortuna lo sciopero non riguarda anche la popò!).
Ci tengo a precisare che Simona sa sedersi sul vasino da sola (e lo fa più che altro per giocare), ma proprio perché io sembro tenerci molto (per ovvi motivi!), si rifiuta ... pur continuando a segnalare.
Questo atteggiamento, infatti, è molto diverso da alcuni "pseudo" scioperi precedenti, in cui c'era un'interruzione della comunicazione: all'inizio, io ero indaffarata e non prestavo attenzione ai segnali, poi però quando tornavo disponibile, lei smetteva di segnalare per un po'... in quei casi bastava prestarle di nuovo attenzione, per ripristinare il dialogo ...
Per il momento, l'unica cosa che sono riuscita ad ottenere è che la piccola scenda dal letto, quando deve fare pipì , anche se, quando ha sonno (di notte soprattutto) capita che le scappi anche lì ... pazienza, anche se da un'anno ad oggi era successo proprio 3/4 volte, prima dello sciopero "serio"...  (nella fascia, però, non l'ha mai fatta, ma nel passeggino sì, ed anche la popò...)
Di tornare ai pannolini, non se ne parla proprio! E' una fase, un passaggio obbligato: metterle il pannolino adesso significherebbe mandare all'aria tutto ciò che abbiamo costruito finora, venire meno al nostro "patto di fiducia" ... Ciò che posso fare magari è metterle un piccolo asciugamano tra le gambe, mentre dorme (per assorbire) e toglierglielo appena lo sento umido ... svegliarla non è il caso ... si ribellerebbe! Se invece si sveglia da sola, è diverso ...
Sono certa che passerà presto, soprattutto se evito di portarla di peso sul vasino e le lascio il controllo della situazione ... l'ho fatto per le scarpe, che sembrava non sopportare affatto e ora, la mattina, appena sveglia, me le indica perché vuole indossarle. In casa, sta così: maglietta a maniche lunghe, calzini corti e ballerine ... per tutto il giorno!
Ieri, poi, sono successe due cose eccezionali, che mi suggeriscono che la strada che ho scelto è giusta:
  • la mattina, Simona si è seduta sul vasino, ha fatto pipì e si è rialzata ... tutta da sola!
  • la sera, è andata nella stanza dei fratelli, trascinando con sé il vasino ed è tornata con il vasino pieno di pipì ... ho chiesto a Marco e ad Angelo se avessero visto qualcosa o l'avessero aiutata (ma era chiaro che aveva fatto tutto da sola, perché aveva lasciato anche un piccolo laghetto vicino al divano). Questo non mi sorprende affatto, dal momento che è un po' che Simona si nasconde quando deve fare pipì!
A presto, per i prossimi aggiornamenti!